Da Plus onlus una settimana di test rapido per l’Hiv

È Plus onlus, network di persone lgbt sieropositive, a lanciare a Bologna la prima settimana di offerta del test Hiv salivare a risposta rapida, nell’ambito di una campagna nazionale per offrire una opportunità in più per conoscere il proprio stato sierologico. Da lunedì 18 a venerdì 22 marzo dalle 18 alle 22 e sabato 23 marzo dalle 10.00 alle 14.00 nella sede dell’associazione, in via Polese 15 a Bologna, personale medico del Dipartimento di Malattie Infettive del Policlinico S. Orsola-Malpighi diretto dal Prof. Pierluigi Viale affiancherà i volontari di Plus per offrire a tutti coloro che lo desiderano il test Hiv salivare affidabile, sicuro e in grado di offrire una risposta in 20 minuti.

Plus onlus è la prima organizzazione nata in Italia per mettere in rete le persone lesbiche, gay, bisex e trans (lgbt) sieropositive ed ha, tra i propri obiettivi, quello di diffondere una cultura della prevenzione dell’infezione da Hiv e delle altre malattie a trasmissione sessuale, soprattutto tra le persone che vivono più frequentemente situazioni a rischio. Per questo ha aderito alla campagna nazionale “Test Hiv a risposta rapida” promosso dalla Consulta delle associazioni di lotta all’Aids presso il Ministero della Salute che utilizza un test salivare che in soli 20 minuti, senza il prelievo di sangue, offre un esito con una percentuale altissima di affidabilità. Si tratta di un semplice stick che viene passato per pochi secondi sulle gengive, come fosse uno spazzolino da denti. Viene quindi immerso in una soluzione di reagenti e si attendono pochi minuti, durante i quali si potrà parlare con i membri di Plus che offriranno la loro esperienza e spiegazioni sulle modalità di trasmissione: se il colore dello stick indica una reazione alla presenza di anticorpi all’Hiv,  le persone verranno invitate a recarsi presso il centro di malattie infettive del Policlinico Sant’Orsola Malpighi dove avranno un percorso di accesso facilitato per effettuare un test di conferma con i protocolli previsti dalle normative.
L’iniziativa è solo l’inizio di una serie di attività che il network  Plus sta proponendo a Bologna, disponibili a chiunque ma pensate anche con il desiderio di avvicinare al test la popolazione lgbt.
Il progetto è realizzato dall’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive L. Spallanzani IRCCS di Roma in partnership con il Dipartimento di Malattie Infettive della Fondazione San Raffaele Milano, Lila, Anlaids, Arcigay, Caritas, Circolo di cultura omosessuale “Mario Mieli”, CNCA, Forum AIDS Italia.

Info:
info@plus-onlus.it

Lascia un commento